Aspetti tecnici e tecnologici dei veicoli
 

Regolatore tensione alternatore partito dopo cambio batteria

Nox 3 Ago 2016 14:26
Alla piccola yaris dei miei a cui avevo da poche settimane sostituito la
batteria al piombo con una più leggera al litio (LiFePO4 per l'esattezza)
sembrerebbe essere partito l'alternatore, o così almeno mi è stato detto,
devo verificare.
Visto il limitato lasso di tempo tra i due eventi, mi viene il dubbio che
possa esserci un nesso, poiché la batteria al litio pur essendo più
piccolina è notevolmente più avida di corrente subito dopo l'accensione.
Per l'esattezza questa si aggira sui 60A subito dopo l'accensione e scende
molto rapidamente durante il primo minuto.
Quello che mi lascia perplesso è che una 60ina di A non mi sembrano nulla di
particolarmente "folle" dato che l'alternatore di targa ne dovrebbe erogare
80-90, quindi rimangono almeno altri 280W per alimentare i servizi.
Ad ogni modo, aldilà della possibilità che il maggiore assorbimento della
batteria abbia portato a galla un difetto/problema preesistente, mi sorge
spontanea una domanda...
Ma quei *****arola di regolatori moderni con IC, sono limitati in corrente??
Davide 3 Ago 2016 16:03
Il 03/08/2016 14.26, Nox ha scritto:
> Ma quei *****arola di regolatori moderni con IC, sono limitati in corrente??

Ciao,
il regolatore allo stato solido dell'alternatore
ha funzione sia di regolazione di tensione che
di limitazione di corrente per proteggere
l'alternatore in caso di cortocircuiti.
Nox 4 Ago 2016 02:53
"Davide" ha scritto nel messaggio news:nnsth0$1v05$1@gioia.aioe.org...
>
>Ciao,
>il regolatore allo stato solido dell'alternatore
>ha funzione sia di regolazione di tensione che
>di limitazione di corrente per proteggere
>l'alternatore in caso di cortocircuiti.

Proverò a sostituirlo sperando (con quello che costa) sia stata solo una
coincidenza :)
Nox 7 Ago 2016 14:31
>"Maurizio" ha scritto nel messaggio news:no5q5t$1jkd$1@gioia.aioe.org...
>Come faii a dire che subito dopo l'accensione la corrente è di circa 60A...
>l'hai misurata?

Sì, con shunt e multimetro.

>Se hai misurato la corrente sei sicuramente in grado di miusrare la
>tensione pertanto non capisco il "mi hanno detto".

Al momento in cui scrivevo non avevo fatto io la "diagnosi" ma mi era stata
riferita al telefono da mia madre, quindi ho ritenuto di concedergli il
beneficio del dubbio non sapendo chi gliela avesse fatta e se lei avesse
capito correttamente :)
Poi una volta recuperata l'auto un panne ho effettivamente visto che non
caricava più.

>Io credo che non ci sia un nesso tra il guasto all'alternatore e la
>sostituzione della batteria.
>
>A proposito hai cambiato la batteria per sfizio o perchè era guasta? magari
>l'alternatore era già compromesso...

Cambiata per sfizio perché avevo la disponibilità di due batterie LiFePO4
per moto di cui non sapevo che fare e a venderle non avrei preso nulla
rispetto a quello che costano nuove.
Avendo appena montato una batteria per moto, l'auto era ancora in stretta
osservazione e l'alternatore funzionava benone, io mi preoccupavo per la
batteria e invece... :D
Davide 7 Ago 2016 19:07
Il 07/08/2016 14.31, Nox ha scritto:
> Cambiata per sfizio perché avevo la disponibilità di due batterie
> LiFePO4 per moto di cui non sapevo che fare e a venderle non avrei preso
> nulla rispetto a quello che costano nuove.
> Avendo appena montato una batteria per moto, l'auto era ancora in
> stretta osservazione e l'alternatore funzionava benone, io mi
> preoccupavo per la batteria e invece... :D

Hai sostituito sull'auto una batteria per moto ?

Allora forse il motivo sta proprio li' in quanto
il procedimento di ricarica potrebbe essere
differente.
Pier GSi 7 Ago 2016 19:51
Il 07/08/2016 19:07, Davide ha scritto:

> Allora forse il motivo sta proprio li' in quanto
> il procedimento di ricarica potrebbe essere
> differente.
>
Anche se fosse dovrebbe, casomai, morire precocemente la batteria.

Ciao,
Pier.

www.piergm.com
Zotto 8 Ago 2016 13:08
Il giorno domenica 7 agosto 2016 19:51:36 UTC+2, Pier GSi ha scritto:
>
>>
> Anche se fosse dovrebbe, casomai, morire precocemente la batteria.
>

Mah, il punto è che se l' alternatore è stato pensato per caricare una
batteria al Pb, se ci metti una batteria differente non lavora secondo
specifiche, e poi succedono i guai.
Nox 8 Ago 2016 16:59
"Zotto" ha scritto nel messaggio
news:61961ae3-0efe-4b0a-900d-ea7c0e205d35@googlegroups.com...
>
>Mah, il punto è che se l' alternatore è stato pensato per caricare una
>batteria al Pb, se ci metti una batteria differente non lavora secondo
>specifiche, e poi succedono i guai.

L'alternatore non è un alimentatore con le uscite "Batteria max 20A,
Motorino max 400A per 5 sec, F*****i ant. max 10A ecc ecc..."
Un alternatore è un alternatore, questa è la tensione, questa la corrente
che eroga... facci quello che vuoi.
Come hanno detto più sopra, al massimo l'unica fuori specifica sarebbe
dovuta essere la batteria, che infatti tenevo sotto controllo per scrupolo.
Davide 9 Ago 2016 07:00
Il 08/08/2016 16:59, Nox ha scritto:
> "Zotto" ha scritto nel messaggio
> news:61961ae3-0efe-4b0a-900d-ea7c0e205d35@googlegroups.com...
>>
>> Mah, il punto è che se l' alternatore è stato pensato per caricare una
>> batteria al Pb, se ci metti una batteria differente non lavora secondo
>> specifiche, e poi succedono i guai.
>
> L'alternatore non è un alimentatore con le uscite "Batteria max 20A,
> Motorino max 400A per 5 sec, F*****i ant. max 10A ecc ecc..."
> Un alternatore è un alternatore, questa è la tensione, questa la
> corrente che eroga... facci quello che vuoi.

Con le batterie non si ragiona con la logica "facci quello che vuoi"
ma vanno rispettate le curve ed i limiti di ricarica previsti
dal costruttore.

Ad esempio una batteria al NiCd va ricaricata ad un decimo della
corrente massima ; secondo un'altra frazione va ricaricata una
batteria LiFePO4.
Se tu la ricarichi con la corrente prevista per una batteria
al piombo cioe' oltre i limiti previsti dal costruttore la
batteria si deteriora.
Nox 9 Ago 2016 11:58
"Davide" ha scritto nel messaggio
news:ordqz.48185$pt.25986@tornado.fastwebnet.it...
>
>Con le batterie non si ragiona con la logica "facci quello che vuoi"
>ma vanno rispettate le curve ed i limiti di ricarica previsti
>dal costruttore.

Stavo parlando dell'alternatore, non della batteria
acc 9 Ago 2016 17:28
Il 09/08/2016 7.00, Davide ha scritto:

> Se tu la ricarichi con la corrente prevista per una batteria
> al piombo

Ne sei proprio sicuro? Se fosse come dici, montare una batteria al
litio richiederebbe anche la modifica dell'impianto elettrico dell'auto,
nel 99.9% dei casi e' lui che carica la batteria.
Nox 13 Ago 2016 21:52
Alla fine ho scoperto qual era il problema, e sono rimasto un po' di
"cacca"...
Era tutta colpa di un maledetto dado che fissava il cavo proveniente
dall'alternatore a una morsettiera non troppo visibile dietro la batteria.
Il maledetto si era lentamente allentato appena appena, quel tanto che basta
per aumentare la resistenza di contatto facendo, viste le correnti in gioco,
diventare rovente dado e bulloncino.
Ovviamente le superfici di contatto una volta arroventate si sono
rapidamente ossidate (avete presente quell'ossido bianco-giallastro-bruno
che si forma arroventando con la fiammo un bullone?) interrompendo quasi
completamente il contatto (12V di caduta sui 13,5 della batteria).
Praticamente me ne sono accorto perché nell'attesa che arrivasse
l'alternatore ordinato, mi sono armato di micro-ohmmetro per cercare una
"tratta" di cavo abbastanza lunga da poter utilizzare come shunt naturale
senza dover collegare nuovamente il mio in vista dei nuovi test con
l'alternatore nuovo, e a una certa, lungo una tratta collegata con cavo da
25mmq il micro-ohmmetro non ha più visto continuità :S *******
Se penso alla rottura di palle infinita di aver dovuto recuperare l'auto in
panne e, i giorni successivi, quella di aver dovuto ricaricare la batteria
tutte le sere che mia madre la usava per brevi tratte, mi vengono i nervi.
Nox 13 Ago 2016 22:13
"acc" ha scritto nel messaggio news:nocsqe$fka$1@gioia.aioe.org...
>
>Ne sei proprio sicuro? Se fosse come dici, montare una batteria al litio
>richiederebbe anche la modifica dell'impianto elettrico dell'auto, nel
>99.9% dei casi e' lui che carica la batteria.

Le LiFePO4 (non "Litio" e basta!) sono quanto di più simile esista a una
batteria al piombo e nel più dei casi non richiedono modifiche all'impianto
elettrico.
Hanno una tensione di scarica massima di 8.5V invece dei 10,5 delle piombo.
La tensione a riposo è di 13,5V circa invece di 12,6 (nessun problema).
La tensione massima di ricarica è 14,60V contro i 14,4 della maggior parte
delle batteria al piombo.
Le correnti di scarica sono allucinanti, una 10Ah ti sputa tranquillamente
più di 500-600A.
La temperatura massima di esercizio è di 60°C (è comunque buonissima norma
schermarle, esattamente come quelle al piombo) come le piombo e quella
minima è da circolo polare artico.
L'unica cosa su cui fare davvero attenzione è la corrente massima di
ricarica. Mentre quelle al piombo a 14,4V hanno un assorbimento limitato, le
LiFePO4 come tutte le altre al Litio sono idrovore e possono molto
facilmente finire con l'assorbire più ampere di quanti ne possono
sopportare.
Nel mio caso sono apposto :)
Davide 15 Ago 2016 10:45
Il 13/08/2016 21:52, Nox ha scritto:
> Il maledetto si era lentamente allentato appena appena, quel tanto che
> basta per aumentare la resistenza di contatto facendo, viste le correnti
> in gioco, diventare rovente dado e bulloncino.
> Ovviamente le superfici di contatto una volta arroventate si sono
> rapidamente ossidate

Incredibile !
acc 16 Ago 2016 13:05
Il 13/08/2016 22.13, Nox ha scritto:

> Mentre quelle al piombo a 14,4V hanno un assorbimento
> limitato, le LiFePO4 come tutte le altre al Litio sono idrovore e
> possono molto facilmente finire con l'assorbire più ampere di quanti ne
> possono sopportare.

A parita' di tensione e' impossibile
Pier 17 Ago 2016 10:56
Il 07/08/2016 14:31, Nox ha scritto:
>> "Maurizio" ha scritto nel messaggio
>
>> Se hai misurato la corrente sei sicuramente in grado di miusrare la
>> tensione pertanto non capisco il "mi hanno detto".
>
> Al momento in cui scrivevo non avevo fatto io la "diagnosi"

>>
>> A proposito hai cambiato la batteria per sfizio o perchè era guasta?
> magari l'alternatore era già compromesso...

dopo espletate due semplici prove gli alternatori si
sostituiscono e si trovano facilmente a meno di 1/4 del
costo originale in una onesta demolizione auto

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Aspetti tecnici e tecnologici dei veicoli | Tutti i gruppi | it.discussioni.motori | Notizie e discussioni motori | Motori Mobile | Servizio di consultazione news.