Aspetti tecnici e tecnologici dei veicoli
 

Risoluzione dell'acceleratore

Davide 12 Ott 2016 11:33
La Volkswagen Polo alluvionata e resuscitata
funziona bene ma,non ne sono sicurissimo,mi
sembra che sia diminuita la risoluzione dell'ac-
celeratore.

Mi spiego : prima dell'alluvione delle piccolissime
variazioni del piede dell'acceleratore si avvertivano
mentre adesso no.

Secondo voi potrebbe c'entrare il filtro della
benzina ? Ammetto d'aver , durante i lavori,alimentato
la pompa della benzina per scaricare il serbatoio
dell'acqua alluvionale.

Il filtro dell'aria e' gia' stato cambiato.
acc 12 Ott 2016 12:49
Il 12/10/2016 11.33, Davide ha scritto:
> La Volkswagen Polo alluvionata e resuscitata
> funziona bene ma,non ne sono sicurissimo,mi
> sembra che sia diminuita la risoluzione dell'ac-
> celeratore.
>
> Mi spiego : prima dell'alluvione delle piccolissime
> variazioni del piede dell'acceleratore si avvertivano
> mentre adesso no.

Se e' dotata di corpo farfallato a controllo elettronico (tipo Motronic
Me7), e' probabile che sia necessario ricalibrarlo. Di solito c'e' una
procedura che si esegue senza bisogno di attrezzi, tipo:
dai contatto al quadro senza accendere il motore
premi a fondo l'acceleratore
rilascia l'acceleratore
togli il contatto
attendi 1 minuto prima di ridare contatto

> Secondo voi potrebbe c'entrare il filtro della
> benzina ?

No
Davide 12 Ott 2016 14:45
Il 12/10/2016 12.49, acc ha scritto:
> Se e' dotata di corpo farfallato a controllo elettronico (tipo Motronic
> Me7), e' probabile che sia necessario ricalibrarlo.


Si'. L'auto e' dotata di corpo farfallato ma non si
tratta di Motronic Me7 (se non erro e' datato).
Nel mio caso la centralina e' Bosh che si collega
al computer tramite porta can bus e pilota
4 iniettori benzina.

Entrare con il computer in tale centralina comporta
l'avere un codice SKC o PIN che viene rilasciato
solo all'assistenza Volkswagen in funzione del
numero di telaio dell'auto.

Ad esser sincero tale c'entralina ha rimpiazzato
quella originale alluvionata.
Il demolitore inglese mi ha assicurato che e' stata
presa da auto *****oga ma chi lo sa ?


> Di solito c'e' una
> procedura che si esegue senza bisogno di attrezzi, tipo:
> dai contatto al quadro senza accendere il motore
> premi a fondo l'acceleratore
> rilascia l'acceleratore
> togli il contatto
> attendi 1 minuto prima di ridare contatto


Interessante.
Ma tale procedura vale solo con le vecchie centraline
Motronic o anche con quelle piu' moderne ?

>
>> Secondo voi potrebbe c'entrare il filtro della
>> benzina ?
>
> No


Mi sembra anche d'avvertire un leggerissimo
calo di coppia rispetto a prima nonche' un leggero
aumento di consumo di carburante e in questi casi
so che il filtro benzina puo' c'entrare.
Davide 12 Ott 2016 14:51
Il 12/10/2016 12.49, acc ha scritto:
>> Secondo voi potrebbe c'entrare il filtro della
>> benzina ?
>
> No


Avendo alimentato la pompa benzina per scaricare
il serbatoio dell'acqua alluvionale intrisa di limo,
non vorrei che il filtro benzina si sia parzialmente
intasato.
acc 12 Ott 2016 16:20
Il 12/10/2016 14.45, Davide ha scritto:

> Si'. L'auto e' dotata di corpo farfallato ma non si
> tratta di Motronic Me7 (se non erro e' datato).

Se non e' Me7 allora non c'e' controllo elettronico.

Per controllo elettronico intendo che la farfalla non e' mossa tramite
un rinvio meccanico collegato all'acceleratore, ma da un motorino
elettrico il cui comando dipende dalla centralina, in base alla
pressione dell'acceleratore (che in questo caso e' un semplice
potenziometro) e di altri parametri.
Lo scopo principale e' quello di limitare l'apertura della farfalla
quando non ha senso, ad es. ai regimi bassi.

> Interessante.
> Ma tale procedura vale solo con le vecchie centraline
> Motronic o anche con quelle piu' moderne ?

Vale per ME7.4, non so per le successive ma penso ci sia qualcosa di
*****ogo.

La posizione della farfalla viene rilavata misurando la resistenza di un
potenziometro collegato all'alberino della farfalla, i valori restituiti
da questo potenziometro col tempo possono modificarsi per via
dell'usura, in ogni caso ciascun corpo farfallato ha valori
(leggermente) diversi, per cui viene fatta questa procedura di
calibrazione che consiste nel rilevare i valori in corrispondenza delle
aperture del gas (massima e minima) e memorizzarli in centralina.
Questo procedura e' molto importante in quei sistemi che non hanno un
circuito separato di regolazione del minimo, cioe' il minimo e'
determinato direttamente dall'apertura della farfalla.

> Mi sembra anche d'avvertire un leggerissimo
> calo di coppia rispetto a prima nonche' un leggero
> aumento di consumo di carburante e in questi casi
> so che il filtro benzina puo' c'entrare.

Direi piuttosto il filtro dell'aria, oppure la pompa del carburante, per
verificarlo basta controllare la pressione del circuito di alimentazione.
Comunque per una prova semplice basta verificare che al regime di coppia
max (intorno ai 4000 giri/min), nella marcia piu' alta, il motore spinga
come dovrebbe, e se e' cosi' eventuali cali a regimi piu' bassi *non*
sono da imputare a problemi di pressione nell'impianto di alimentazione.
Un altro elemento sospetto potrebbe essere il debimetro o quello che
c'e' (MAP, MAPT)
Davide 12 Ott 2016 16:54
Il 12/10/2016 16.20, acc ha scritto:
> La posizione della farfalla viene rilavata misurando la resistenza di un
> potenziometro collegato all'alberino della farfalla, i valori restituiti
> da questo potenziometro col tempo possono modificarsi per via
> dell'usura,


Mi stai dando nuovi input. Dovetti pulire mezzo mondo
dal fango , anche il corpo farfallato che smontai riscontrando
appunto motorino e sensore di posizione abbastanza puliti
all'interno di una cavita' perfettamente guarnita.


> Direi piuttosto il filtro dell'aria, oppure la pompa del carburante, per
> verificarlo basta controllare la pressione del circuito di alimentazione.


Infatti ho come la sensazione che la pressione del carburante
non sia di 2,5 bar come da specifiche.
Ora mi tocchera' acquistare il manometro per la benzina (su ebay
costano una fucilata).
Io comunque il filtro dell'aria l'avevo cambiato.


> Comunque per una prova semplice basta verificare che al regime di coppia
> max (intorno ai 4000 giri/min), nella marcia piu' alta, il motore spinga
> come dovrebbe, e se e' cosi' eventuali cali a regimi piu' bassi *non*
> sono da imputare a problemi di pressione nell'impianto di alimentazione.
> Un altro elemento sospetto potrebbe essere il debimetro o quello che
> c'e' (MAP, MAPT)


Non ho debimetro ma ho il MAP nella mia auto. L'avevo sostituito
inutilmente per errata diagnosi di altro problema cosi' ora ho due MAP
funzionanti ma magari il secondo acquistato usato e' piu' logorato.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Aspetti tecnici e tecnologici dei veicoli | Tutti i gruppi | it.discussioni.motori | Notizie e discussioni motori | Motori Mobile | Servizio di consultazione news.